Programma

Programma 2018-01-17T15:16:14+00:00

Settimana numeroPeriodoImbarcoSbarcoProgrammaZonaStagione
1 (traversata)26 Maggio - 2 GiugnoRomaPatrassoDa Roma a PatrassoItalia – Greciabassa
22 - 9 Giugno PatrassoLavrio (Atene Olympic Marine)Da Patrasso a LavrioDal Golfo di Patrasso all'Atticabassa
39 - 16 GiugnoLavrio (Atene Olympic Marine)Lavrio (Atene Olympic Marine)Da Lavrio a LavrioL'Attica bassa
4 16 - 23 GiugnoLavrio (Atene Olympic Marine)ParosDa Lavrio a ParosDall'Attica alle Cicladimedia
523 - 30 GiugnoParosParosverde 1Cicladimedia
630 Giugno - 7 LuglioParosKosverde 2Dalle Cicladi al Dodecanesomedia
77 - 14 Luglio KosKosrossoDodecaneso Nordalta
814 - 21 LuglioKosKosazzurroDodecaneso Sudalta
921 - 28 LuglioKosKosarancioneDodecaneso Ovestalta
1028 Luglio - 4 AgostoKosKosrossoDodecaneso Nordalta
114 - 11 Agosto KosKosazzurroDodecaneso Sudaltissima
1211 - 18 Agosto KosKosrossoDodecaneso Nordaltissima
1318 - 25 Agosto KosKosrossoDodecaneso Nordaltissima
1425 Agosto - 1 SettembreKosKosazzurro Dodecaneso Sudaltissima
151 - 8 Settembre KosParos verde 2Cicladialta
168 - 15 Settembre Paros Lavrio (Atene Olympic Marine)Da Paros a LavrioDalle Cicladi all'Atticamedia
1715 - 22 SettembreLavrio (Atene Olympic Marine)KalamataDa Lavrio a KalamataDall'Attica al Peloponnesomedia

 

In barca a vela sono infatti la direzione e l’intensità del vento e con esse le previsioni meteo marine della settimana, a dire l’ultima parola sulla navigazione.

Il comandante, una volta verificate le condizioni, stabilirà sulla base del programma proposto, la rotta da seguire.

Sarà cura del Comandante mantenere le rotte quanto più possibili fedeli ai programmi proposti sebbene andare in barca a vela significhi utilizzare l’energia del vento e sottostare alle regole della Natura, non alle nostre.

Confidiamo quindi nella vostra comprensione in caso di cambiamenti o ritardi, garantendo sin da ora il nostro impegno a salvaguardare, in primo luogo, l’incolumità di tutti.

Grazie a tutti per l’attenzione
Vi aspetto a bordo
Giorgio

ROSSO: da Kos a Kos

1° giorno: Volo Italia – Kos, arrivo in barca e sistemazione. Visita di Kos.
2° giorno: Navigazione fino all’isola di Kalimnos. In serata all’ancora nella Baia dei Pirati.
3° giorno: Navigazione verso Leros, pausa pranzo a XiroKampos. Nel pomeriggio entriamo in Porto, a Lakki Marina.
4° giorno: Veleggiando verso l’isolotto di Arkangelos. Pranzo in baia. A seguire raggiungiamo l’isola di Lipsi. Notte alla fonda.
5° giorno: Diretti all’isola di Patmos. Per il pranzo diamo fondo in una delle baie dell’isola. In serata nella baia di Kampos.
6° giorno: Mattinata a terra, imperdibile la visita del Monastero di S. Giovanni. Pranzo in baia nei pressi dell’isola di Leros. In serata si raggiunge l’isolotto di Pserimos.
7° giorno: Veleggiamo diretti all’isola di Kos. Pranzo in baia e a seguire diamo fondo a Kamari.8° giorno: Sbarco a Kos e partenza per l’Italia.

Clicca per ingrandire l’immagine

AZZURRO: da Kos a Kos

1° giorno: Volo Italia – Kos, arrivo in barca e sistemazione. Visita di Kos.
2° giorno: Navigazione fino all’isolotto di Yali per il pranzo. A seguire, navigazione fino al porticciolo di Pali, dell’isola di Nissiros. 3° giorno: Navigazione fino all’isola di Tilos. Pranzo e bagni in baia. In serata tappa a Livadia sempre sull’isola di Tilos.
4° giorno: Navigazione fino all’isolotto Seskli nei pressi di Symi. Pranzo e bagni in baia, in serata notte alla fonda presso Panormittis.
5° giorno: Circumnavighiamo l’isola di Symi, in serata ancoraggio presso Pedi, di fronte al paese.
6° giorno: Veleggiamo verso S. Emiliano e poi diretti a Palamut nella penisola Turca della Datca. Notte a Palamut.
7° giorno: Veleggiata di ritorno diretti a Kos, ancoraggio per pranzo. In serata entriamo nel porto di Kamari.
8° giorno: Sbarco a Kos e e partenza per l’Italia.

Clicca per ingrandire l’immagine

 ARANCIONE: da KOS a KOS

1° giorno: Volo Italia – Kos, arrivo in barca e sistemazione. Visita di Kos.
2° giorno: Veleggiando fino all’isola di Pserimos, bagno e pranzo in baia. Navigazione fino all’isola di Kalimnos. Ancoraggio per la notte nella baia dei Pirati.
3° giorno: Navigazione fino all’isola di Leros, sosta per il pranzo a XiroKampos. In serata si entra in Porto, al Marina di Lakki.
4° giorno: Navigazione fino all’isola di Levitha. Ancoraggio nella baia. Cena presso la piccola taverna dell’unica famiglia abitante dell’isola.
5° giorno: Diretti all’isola di Astipalea. Pranzo in baia. In serata diamo fondo alla baia di Livadi, cuore del villaggio.
6 °giorno: Raggiungiamo Kefalos, il capo dell’isola di Kos. Pranzo in baia. In serata diamo fondo presso l’isolotto di Yali di fronte a Nissiros.
7° giorno: Diretti a sud di Kos. Pranzo in baia, in serata all’ancora a Kamari.8° giorno: Sbarco a Kos e partenza per l’Italia.

Clicca per ingrandire l’immagine

VERDE 1: da Paros a Paros

1° giorno: Volo Italia – Paros, arrivo in barca e sistemazione. L’imbarco avverrà a Parikia il Porto principale dell’isola. Serata a terra per la cena di inizio vacanza.
2° giorno: Trascorreremmo il secondo giorno a Paros dedicandoci alla visita di questa meravigliosa isola, ricca di cultura e dalle baie più suggestive delle Cicladi.
3° giorno: Navighiamo diretti alle Piccole Cicladi. Ancoraggio per una sosta e dopo pranzo scegliamo la baia più protetta per la notte in rada.
4° giorno: Dopo la prima colazione rotta su Schinoussa, meno famosa ma molto suggestiva. Dopo la giornata in baia con pranzetto e “tuffi” alla scoperta della Chora, l’antico centro abitato dove consumeremo una gustosa cena.
5° giorno: Prua su Amorgos. Questa isola ci regalerà un salto nel tempo. L’isola si presenta con un aspetto bizzarro, la Chora, anche qui, arroccata sulla montagna, propone shopping e passeggiate nelle piccolissime vie disseminate di taverne e botteghe artigianali. Nel pomeriggio diretti in Porto per organizzare cenetta a terra e per trascorrere la notte. Non mancherà la visita del Santuario di Hozoviotissa incastonato nella roccia a picco sul mare.
6°giorno: Dopo la prima colazione diretti a Koufonissi dal mare e spiagge caraibiche. In serata ancoriamo nei pressi del villaggio dei pescatori per cenetta e passeggiata a terra.
7° giorno: Di nuovo diretti a Paros. Pranzo in baia a Naussa, elegante meta turistica, consigliato lo shopping tra i locali alla moda. In serata rotta verso Pariklia e rientro in Porto.
8° giorno: Sbarco a Paros e partenza per l’Italia.

VERDE 2

1° giorno: Volo Italia – Paros, arrivo in barca e sistemazione.
2° giorno: Trascorreremmo il secondo giorno a Paros dedicandoci alla visita di questa meravigliosa isola, ricca di cultura e dalle baie più suggestive delle Cicladi.
3° giorno: Navighiamo diretti alle Piccole Cicladi. Ancoraggio per una sosta e dopo pranzo scegliamo la baia più protetta per la notte in rada.
4° giorno: Dopo la prima colazione prua su Amorgos. Questa isola ci regalerà un salto nel tempo.
Il Santuario incastonato nella roccia a picco sul mare merita la nostra visita. Nel pomeriggio diretti in Porto per organizzare cenetta a terra e per trascorrere la notte.
5° giorno: Veleggiata fino all’isola di Astypalea. Pausa in baia. In serata ancoriamo sotto la Chora.
6°giorno: Periplo dell’isola e veleggiate tra le insenature di Astypalea. In serata ancoriamo nei pressi di Maltesana.
7° giorno: Si risale verso l’isola di Kos. Pranzo in baia a Paradise. In serata siamo a Kamari.
8° giorno: Sbarco a Kos e partenza per l’Italia.

Vi ricordiamo che per gruppi precostituiti anche il programma delle Cicladi potrà essere modificato, pur nel rispetto delle condizioni meteo marine più favorevoli al momento dell’imbarco.

Clicca per ingrandire l’immagine

 

Da Patrasso a Lavrio (Atene Olympic Marine)

1° giorno: Volo Italia – Atene, trasferimento a Patrasso con bus pubblico (compagnia Ktel) arrivo al Porto di Patrasso sistemazione a bordo. Visita di Patrasso. Questa crociera comprende circa 150 miglia e non rappresenta una navigazione impegnativa, consigliata anche per chi fosse alla sua prima esperienza in barca a vela.

2° giorno: Si navigherà con prua su Galaxidi, un piccolo approdo di pescatori nella Grecia centrale che conta solo 3000 abitanti, luogo ideale per ormeggiare nei pressi di Delfi.

3° giorno: La giornata sarà dedicata alla visita al Santuario di Delfi, noto in tutto il mondo per l’antica tradizione che lega il luogo al sacro oracolo.
4° giorno: Continua la navigazione nel Golfo di Corinto, sosta a Kiaton per la notte.

5° giorno: La giornata sarà dedicata a traversare il Canale di Corinto. Questo significherà ripercorrere la storia a ritroso, durante la quale sin dai tempi antichi si progettò il modo di collegare il Golfo di Corinto con il Mar Egeo.

6° giorno: Navigazione fino all’isola di Kea. Sosta per la notte.

7° giorno: Veleggiamo diretti all’Olympic Marine di Atene. Sosta in baia per il pranzo, in serata ancoraggio in Marina.

8° giorno: Da qui con bus pubblico potrete raggiungere l’Aeroporto di Atene per rientrare con un volo in Italia.

Da Lavrio a Lavrio (Atene Olympic Marine)

1° giorno: Volo Italia – Atene, trasferimento al Porto Olympic Marine di Atene con bus pubblico (compagnia Ktel) arrivo al Porto Olympic Marine, sistemazione a bordo. Questa crociera comprende circa 100 miglia. Consigliata per chi non ha molto tempo e con un volo diretto su Atene si troverà subito in vacanza.

2° giorno: Si navigherà con prua su Kythnos, isola poco nota ma molto gradita al turismo greco, sia per la sua vicinanza ad Atene che per le sue caratteristiche di genuinità.

3° giorno: La giornata sarà dedicata alla visita dell’isola di Serifos, nota per la sua Chora e le baie incontaminate.
4° giorno: Continua la navigazione diretti a Syros, la capitale delle Cicladi.

5° giorno: Prua sul versante opposto dell’isola di Kythnos con visita alla fonte termale di acqua sulfurea. Pernottamento nella baia.

6° giorno: Navigazione fino all’isola di Kea. Sosta per la notte. L’isola è lontana dalle destinazioni del turismo di massa ma merita una visita perché si distingue per il suo aspetto ancora incontaminato.

7° giorno: Veleggiamo diretti all’Olympic Marine di Atene. Sosta in baia per il pranzo, in serata ancoraggio in Marina.

8° giorno: Da qui con bus pubblico potrete raggiungere l’Aeroporto di Atene per rientrare con un volo in Italia.

 

 

Da Lavrio (Atene Olympic Marine) a Paros

1° giorno: Volo Italia – Atene, trasferimento al Porto Olympic Marine di Atene con bus pubblico (compagnia Ktel) arrivo al Porto Olympic Marine, sistemazione a bordo.

2° giorno: Lasciandoci alle spalle la penisola attica e le Cicladi Settentrionali, faremo rotta su Paros.

3° giorno: Continueremo la navigazione diretti a Kea, la bella isola meta preferita dal turismo dei locali.

4° giorno: Prua sul versante opposto dell’isola di Kythnos con visita alla fonte termale di acqua solfurea.

5° giorno: Navigazione fino all’isola di Serifos. Sosta per la notte. L’isola è lontana dalle destinazioni del turismo di massa ma merita una visita perché si distingue per il suo aspetto ancora incontaminato.

6° giorno: Il Meltemi ci aiuterà a raggiungere il cuore dell’arcipelago delle Cicladi per approdare sull’isola di Paros. Punto di attracco sarà Parikia, il Porto principale dell’isola.

7° giorno: Giornata dedicata alla visita dell’isola di Paros, considerata la perla delle Cicladi.

8° giorno: preparazione dei bagagli e sbarco. Con il traghetto da Paros potrete raggiungere Atene o Mikonos e volare per l’Italia.

 

Da Lavrio (Atene Olympic Marine) a Kalamata

1° giorno: Volo Italia – Atene, trasferimento al Porto Olympic Marine di Atene con bus pubblico (compagnia Ktel) arrivo al Porto Olympic Marine, sistemazione a bordo.

2° giorno: Lasciandoci alle spalle la penisola attica e le Cicladi Settentrionali, faremo rotta su Poros, nella parte meridionale del Golfo Saronico.

3° giorno: Continueremo la navigazione diretti a Nisos Spetses, a circa 35 miglia dal Pireo, appartiene anch’essa alle isole Saroniche.

4° giorno: Prua su Nisos Monenvasia, dove ci attende un borgo da favola, costruito sulle pendici e collegato alla costa tramite un sottile lembo di terraferma.

5° giorno: Navigazione fino all’isola di Nisos Elafonisos, una piccolissima isola di soli 20 chilometri quadrati, offre alla vista spiagge sabbiose quasi deserte. Sosta in baia per la notte.

6° giorno: Veleggeremo fino a Porto Kayio, nel Peloponneso.

7° giorno: Navigazione fino a Kalamata, affacciata sul Mar Ionio appartiene alla costa di Messinia. È la prima località ad aver ottenuto nel 1821 l’indipendenza dalla dominazione turca. Molti i luoghi di interesse culturale e folkloristico, nota è Kalamata anche per la produzione del suo prezioso olio d’oliva.

8° giorno: preparazione dei bagagli e sbarco. Con un volo interno da Kalamata ad Atene, operato da Aegean Air e Olympic Airways, raggiungerete l’Aeroporto della capitale per volare per l’Italia.

 

 Dodecaneso

Navighiamo tra le isole del Dodecaneso, il gruppo di isole che si trova nel cuore del Mar Egeo, di fronte alla costa Turca.

Situate nella parte più a est della Grecia, davanti alla costa della Turchia, sono circa 200, ma solo 26 abitate tutto l’anno; le principali 12 da qui il nome di Dodecaneso: Rodi, Kos, Astypalea, Kalymnos, Karpathos, Kasos, Kastelorizo, Leros, Nisyros, Pathmos, Symi e Tilos.

La maggior parte delle isole vive oggi di turismo, ma la loro storia antica è testimoniata dai resti archeologici e dai numerosi musei presenti anche nelle località più piccole.

Il clima è tra i più salubri del Mediterraneo. Gli inverni sono particolarmente miti e le estati fresche, grazie al Meltemi, un vento proveniente da nord che soffia costantemente da giugno a settembre.

L’itinerario potrà essere comunque modificato e/o confermato dallo Skipper in accordo con l’equipaggio una volta a bordo, tenendo conto in particolare delle condizioni meteo marine e della durata della vacanza.

1 Δήμος Ρόδου – Rhodos
2 Δήμος Αρχαγγέλου – Archangelos Rodou
3 Δήμος Αστυπάλαιας – Astypalea
4 Δήμος Αταβύρου – Atavyros
5 Δήμος Αφάντου – Afandou
6 Δήμος Δικαίου – Dikeos
7 Δήμος Ηρακλειδών – Iraklides
8 Δήμος Ιαλυσού – Ialysos
9 Δήμος Καλλιθέας – η Καλλιθέα – Kallithea Rodou

10 Δήμος Καλυμνίων – Kalymnos
11 Δήμος Καμείρου – Kamiros
12 Δήμος Καρπάθου – Karpathos
13 Δήμος Κάσου – Kasos
14 Δήμος Κω – Kos
15 Δήμος Λειψών – Lipsi
16 Δήμος Λέρου – Leros
17 Δήμος Λινδίων – Lindos
18 Δήμος Μεγίστης – Megisti Kastelorizo

19 Δήμος Νισύρου – Nisyros
20 Δήμος Νότιας Ρόδου – Notia Rodos
21 Δήμος Πάτμου – Patmos
22 Δήμος Πεταλούδων – Petaloudes
23 Δήμος Σύμης – Symi24 Δήμος Τήλου – Tilos
25 Δήμος Χάλκης – Chalki
26 Κοινότητα Αγαθονησίου – Agathonisi
27 Κοινότητα Ολύμπου – Olymbo

Cicladi

Partendo dall’isola di Paros raggiungeremo in barca a vela alcune tra le più belle isole delle Cicladi.
Un arcipelago incantato in cui le isole sono disposte a cerchio intorno a Delo, in opposizione alle isole Sporadi cioè disseminate, con cui si indicavano le altre.
Qui la tradizione vuole che sia sorta Atlantide, proprio nel cuore del Mar Egeo.
La navigazione ci porterà poi alle Piccole Cicladi, ad Amorgos e ad Astypalea.
Santorini e Mikonos le più conosciute, ma noi prediligeremo le meno note al grande pubblico e le più esclusive: Amorgos, Anafi, Andros, Antiparos, Folegrandos, Ios, Kea, Kimolos, Kythnos, Milos, Naxos, Paros, Serifos, Sifnos, Sikinos, Syros, Thirassia. Le mille sfaccettature di un arcipelago così ricco di isole, anche piccolissime ci impediscono di narrarne in anticipo tutti i segreti.
Certo è, che il nostro viaggio avrà inizio a Paros, una delle più grandi, con oltre centoventi chilometri di costa. Parikia è sia il porto principale che la sua capitale.
L’isola di Paros, a parte il monte Profitis Ilia, è per lo più pianeggiante.
Il secondo centro urbano è Naoussa che, da piccolo villaggio di pescatori, è divenuta un’importante città costiera, anch’essa provvista di un ampio porto. Molto efficiente il servizio urbano di bus che collega Parikia alle principali località dell’isola: Pounda a soli 7 km, Naoussa a 10 km; Lefkes a 11 Km, Aliki a 12 Km Piso Livadi a 19 Km.
Prua sull’isola di Amorgos, scelta da Luc Besson per la scenografia del film ‘Le Grand Bleu’. Ricca di rilievi scoscesi e ripidi, a picco sul mare. Abitata sin dalla preistoria, si arricchisce in epoca cicladica, poi cretese, ateniese e romana, fino a divenire patrimonio dei Veneziani.
Città natale di Simonide, famoso poeta greco del VII secolo a.C., è oggi nota per il Monastero dell’ XI secolo di Moni Panagia Hozoviotissa: esempio di architettura cicladica, greco-ortodossa per destinazione monacale, l’imponente monumento è legato in modo intrinseco al paesaggio fino a divenirne parte integrante.
A seguire, rotta sulle piccole Cicladi: Donoussa, Iraklia, Koufonissi, Schinoussa, nello specchio di mare compreso tra Naxos ed Amorgos. Ricordiamo che la distanza tra Paros e Mikonos è di sole 26 miglia. Pertanto in alternativa al volo via Atene, si potrà considerare di raggiungere con volo diretto l’isola di Mikonos per poi traghettare fino a Paros, luogo di imbarco della crociera.
Tre le compagnie marittime che operano questa tratta: Blue Star, Hellenic Seaways e Sea Jet.
Nel programma Cicladi e Dodecaneso (verde 2), si prevede anche la visita di Astypalea. Quest’ isola con oltre 100 km di costa è divisa in due parti da una sottile striscia di terra: Messa Nissi e Oxo Nissi.
Ricca di acqua dolce la visita dell’isola ci impone di trascorrere qui qualche ora in più delle altre per visitare:
la Chora, il Museo Archeologico, le Chiese ortodosse, i resti della cittadella e la Biblioteca Comunale che ospita una ricca collezione archeologica.
Nel Villaggio di Maltezana sono ancora visibili i resti di una villa romana. A Vathy e a Vetse si potranno visitare le grotte, il Castello di San Giovanni e la Chiesa di Panagia Portaitissa.

Una giornata tipo in barca a vela

In barca a vela i ritmi sono scanditi non dalle lancette dell’orologio ma dal sole che nasce, domina al mezzogiorno e poi dolcemente tramonta lasciando il posto alla luna.

La quotidianità è fatta di piccole cose e grandi piaceri, dalla prima colazione in pozzetto al primo tuffo in mare per risvegliarci a diretto contatto con la natura.

La caratteristica dei luoghi ci consentirà di raggiungere, con poche ore di navigazione ogni giorno, una nuova isola, calati in una nuova atmosfera, in un nuovo mondo tutto da esplorare.

Il pranzo potrà essere consumato a bordo tra un bagno e l’altro. Le acque sono cristalline e con poche bracciate si arriva facilmente in baie esclusive impossibili da raggiungere dalla terraferma.

Nel pomeriggio la brezza ci condurrà a destinazione fino al porto che avremo scelto per la serata o la baia dove daremo fondo per goderci la magia del cielo stellato.

Quindi se saremo a terra potremo degustare qualche prodotto tipico greco nelle locande sulla spiaggia e se invece saremo all’ancora ci divertiremo a preparare qualche specialità della nostra cucina italiana, magari proponendo a bordo piccole “gare culinarie” tra i componenti dell’equipaggio.

Durante le trasferte, se le condizioni del mare e del vento lo consentiranno, tutti potranno provare l’ebrezza del timone e, sotto la guida del Comandante, l’equipaggio potrà partecipare alle manovre imparando ogni giorno qualche notizia in più sull’arte della navigazione a vela.

L’itinerario sarà più o meno quello consigliato nel programma, tuttavia potrebbe subire variazioni per motivi meteo e/o per esigenze di bordo.

Alcuni consigli prima di fare la “valigia”

Preferire una sacca morbida piuttosto che una valigia rigida, sarà più facile da riporre in un armadietto, evitando così che si occupi dello spazio inutilmente nella vostra cabina.
Gli abiti eleganti non serviranno, suggeriamo invece un abbigliamento comodo ed informale. Le scarpe le toglierete il primo giorno e le rimetterete per ripartire; in ogni caso meglio se con suola di gomma chiara che non lasci segni.
Vi saranno utili invece le ciabatte di gomma per la terraferma.
Telo mare (max due).
Cappello e occhiali da sole che non perdona.
Creme protettive.
Medicinali che utilizzate abitualmente.
Un bel libro, buona musica.
Se volete telefono cellulare (le isole della Grecia hanno totale copertura GSM e UMTS per Internet).
Se volete computer (troverete ovunque internet point).
Prodotti tipici dei vostri luoghi di provenienza, vi faranno ben volere dal comandante e dal resto dell’equipaggio, soprattutto in occasione di piccoli spuntini e/o aperitivi a bordo.

Ogni cabina è dotata di presa di corrente a 12 volt, come quella delle automobili (modello accendisigari). Vi consigliamo di munirvi di caricabatteria da auto per ricaricare i vostri dispositivi elettronici.

Per il noleggio barca a vela scegli l’esperienza dello skipper Giorgio Mirtella